Avatar Vladimir Nanut e Francesco Venier

Vladimir Nanut e Francesco Venier

Vladimir Nanut è Fondatore e CEO di MIB Trieste School of Management. Già Professore Ordinario di Strategia d’impresa presso l’Università degli Studi di Trieste, dove ha diretto il Dipartimento di Economia, si occupa di temi legati alla leadership. Dal 2010 al 2017 è stato Presidente di ASFOR. Francesco Venier è Dean for Executive Education presso MIB Trieste School of Management dove ha ricoperto per 15 anni anche il ruolo di Responsabile delle Learning Technologies. È professore di organizzazione aziendale presso l’Università di Trieste dove è stato per 11 anni coordinatore del Corso di Laurea in Comunicazione Aziendale e Gestione delle Risorse Umane. È stato research fellow presso la Warwick Business School lavorando con Andrew Pettigrew. È inoltre socio di un fondo che rileva e ristruttura PMI e Co-Founder di una start-up che mira a ridurre il brain-drain inserendo giovani di talento all’interno di grandi imprese italiane. Ha disegnato e gestito programmi di formazione e/o consulenza per numerose aziende tra le quali Allianz, Autogerma, Autovie Venete, Area di Ricerca, Bosch, Boscolo Group, Brovedani, Danieli, Edison, Elettra Sincrotrone Trieste, Enel, Fincantieri, Generali, Hera, Insiel, Illycaffè, Maschio-Gaspardo, SMS Group, TBS Group, Wartsila. È stato visiting professor presso la Sun Yat Sen University (Cina), la Warwick University (UK), Karnten University of Applied Science (Austria) tenendo corsi su Organizational Analisis and Design e Change Management.
Immagine Purpose e formazione manageriale: nuovi paradigmi per le business school

Purpose e formazione manageriale: nuovi paradigmi per le business school

Dopo decenni di perfezionamento di metodi e tecniche di management e gestione del personale, il fenomeno delle "Grandi Dimissioni" e altri fattori hanno acceso i riflettori su questioni profonde legate al lavoro: il suo senso, il suo scopo, l'impatto sulla vita individuale e collettiva. Il mondo del lavoro è in continua evoluzione, alle prese con sfide legate alla digitalizzazione e all'intelligenza artificiale, ma anche al declino demografico, ai flussi migratori e al cambiamento climatico. In questo contesto, le vecchie logiche di management basate sulla mera efficienza ed efficacia, ovvero sulla massimizzazione del profitto a breve termine, non sono più sufficienti. Le persone, in particolare le nuove generazioni, cercano un lavoro che sia in linea con i loro valori e le loro aspettative e che possibilmente abbia un impatto positivo anche sulla società.