Avatar Marco Vergeat

Marco Vergeat

È Presidente del Gruppo Summit e Presidente di ASFOR. Nel Gruppo Fiat è stato CEO e DG di Isvor Fiat, e di Isvor Knowledge System. In precedenza nella Direzione HR dello stesso Gruppo è stato VicePresident Managerial Development con responsabilità worldwide. In qualità di professore incaricato ha insegnato “Modelli di direzione e organizzazione” alla Facoltà di Economia dell’Università di Torino,“Metodi e processi di formazione” all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e presso l’Università di Siena. È autore di numerosi saggi ed articoli in tema di formazione manageriale, change management, leadership, knowledge management e comunicazione nelle imprese.
Immagine L’immaginazione che ridisegna il futuro. Dialogo con Roberto Mordacci

L’immaginazione che ridisegna il futuro. Dialogo con Roberto Mordacci

La sezione di questo magazine di cui fanno parte le due rubriche LeaderWorld e Dilemmi Moderni ha per titolo “Il coraggio dell’utopia”. Questa scelta poggia sulla convinzione che sia importante tornare a credere in un futuro dai connotati positivi. A ispirare questo titolo è stata la lettura del libro “Ritorno a Utopia” del filosofo Roberto Mordacci con il quale ho avuto il privilegio di approfondire il tema in questa intervista che mi ha concesso per il secondo numero di formaFuturi.
Immagine La lezione della scienza. Dialogo con Fabiola Gianotti

La lezione della scienza. Dialogo con Fabiola Gianotti

Le nuove frontiere della ricerca, la formazione dei giovani e l’evoluzione del mercato del lavoro, la collaborazione fra pubblico e privato: di questo e tanto altro abbiamo parlato con Fabiola Gianotti, Direttrice Generale del CERN di Ginevra, intervistata durante la XVIII Giornata della Formazione Manageriale ASFOR in occasione del conferimento dell’ASFOR Award for Excellence.
Immagine In missione sul pianeta della leadership

In missione sul pianeta della leadership

LeaderWorld è il pianeta della leadership, con i suoi elementi costitutivi, la sua atmosfera, una varietà di paesaggi, i colori e le luci. Ha anche una storia con le sue ere geologiche, la traiettoria evolutiva. Vi sono territori di Leaderworld conosciuti e abitati, altri meno noti o addirittura del tutto inesplorati.