Avatar Andrea Crocioni e Marco Vergeat

Andrea Crocioni e Marco Vergeat

Andrea Crocioni è Direttore responsabile di Touchpoint Today e Touchpoint Magazine, testate dedicate al mondo dell’innovazione e della creatività per l’impresa edite da Oltre La Media Group. Nato a Milano il 19 novembre 1977, è laureato in Storia Contemporanea presso l'Università degli Studi di Milano e dal 2008 è giornalista professionista. Marco Vergeat è Presidente del Gruppo Summit e Presidente di ASFOR. Nel Gruppo Fiat è stato CEO e DG di Isvor Fiat, e di Isvor Knowledge System. In precedenza nella Direzione HR dello stesso Gruppo è stato VicePresident Managerial Development con responsabilità worldwide. In qualità di professore incaricato ha insegnato “Modelli di direzione e organizzazione” alla Facoltà di Economia dell’Università di Torino,“Metodi e processi di formazione” all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e presso l’Università di Siena. È autore di numerosi saggi ed articoli in tema di formazione manageriale, change management, leadership, knowledge management e comunicazione nelle imprese.
Immagine L’impresa oltre i propri confini. Intervista ad Andrea Pontremoli

L’impresa oltre i propri confini. Intervista ad Andrea Pontremoli

La competizione globale oggi si gioca anche sulle competenze dei territori. Un esempio lampante viene dalla Motor Valley, luogo dove sono nati alcuni dei marchi automobilistici e motociclistici più importanti a livello internazionale e dove ogni giorno si rinnova di continuo il mito della velocità, accompagnato da quello stile italiano tanto apprezzato nel mondo. Abbiamo approfondito il tema con Andrea Pontremoli, Amministratore Delegato di Dallara.
Immagine L’impresa di essere rete. Intervista a Gabriele Blasutig e Giovanni Carrosio

L’impresa di essere rete. Intervista a Gabriele Blasutig e Giovanni Carrosio

Imprese, enti di ricerca, amministrazioni e territori sempre più spesso si mettono in connessione favorendo la nascita di reti interdipendenti in grado di interagire in maniera fluida e di dare origine a forme di open innovation e a modelli collaborativi che rispondono in modo più efficace alla crescente complessità che caratterizza lo scenario entro cui si muovono. Siamo di fronte a un modello organizzativo e di business che per le aziende si concilia con un miglioramento dell’efficienza e della competitività, anche se non mancano le criticità. Abbiamo approfondito il tema con Gabriele Blasutig e Giovanni Carrosio, Professori del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Trieste.