pubblico

Immagine Il futuro della formazione: per una società più consapevole, giusta e sostenibile. Intervista al Presidente ASFOR Marco Vergeat

Il futuro della formazione: per una società più consapevole, giusta e sostenibile. Intervista al Presidente ASFOR Marco Vergeat

Questo 2021 rappresenta un anno molto speciale per ASFOR. L’Associazione Italiana per la Formazione Manageriale, infatti, celebra i cinquant’anni di attività: un traguardo importante per una realtà capace di affermarsi come punto di riferimento per tutto il comparto e di evolversi per continuare a rispondere alle nuove sfide legate al cambiamento epocale che stiamo vivendo. Di questo percorso abbiamo parlato con il Presidente Marco Vergeat, confermato dal nuovo Consiglio Direttivo alla guida dell’associazione per il suo secondo mandato.
Immagine Metti un giorno un’impresa leaderless

Metti un giorno un’impresa leaderless

Alcuni anni fa mi sorprese leggere una frase annidata nel volume “Auto-organizzazione” che Alberto Felice de Toni scrisse insieme a Luca Comello e a Lorenzo Ioan nel 2010 e che recitava così: “La teoria delle transizioni di fase dimostra in modo forte e chiaro che la strada dal disordine all’ordine è tenuta insieme da dinamiche di auto-organizzazione e governata dalle leggi di potenza”.
Immagine L’immaginazione che ridisegna il futuro. Dialogo con Roberto Mordacci

L’immaginazione che ridisegna il futuro. Dialogo con Roberto Mordacci

La sezione di questo magazine di cui fanno parte le due rubriche LeaderWorld e Dilemmi Moderni ha per titolo “Il coraggio dell’utopia”. Questa scelta poggia sulla convinzione che sia importante tornare a credere in un futuro dai connotati positivi. A ispirare questo titolo è stata la lettura del libro “Ritorno a Utopia” del filosofo Roberto Mordacci con il quale ho avuto il privilegio di approfondire il tema in questa intervista che mi ha concesso per il secondo numero di formaFuturi.
Immagine Un’alleanza per i cittadini

Un’alleanza per i cittadini

Il nostro Paese, forse più di altri, ha conosciuto atteggiamenti ondivaghi in merito al ruolo del pubblico  in economia. Alla grande stagione dell’IRI e dello sviluppo dell’impresa pubblica è seguito il periodo delle privatizzazioni a livello nazionale e dell’outsourcing dei servizi a livello locale, per ritornare ai giorni nostri a una visione tesa a rivalutare il ruolo della gestione pubblica nei servizi di interesse generale.
Immagine Pubblico vs Privato: la partita del secolo

Pubblico vs Privato: la partita del secolo

Forse perché spaventati dall’emergenza Covid-19, la maggioranza dei passeggeri saliti sull’ottovolante dell’economia del primo numero di formaFuturi ha scelto l’opzione della collaborazione pubblico/privato per avere un viaggio eccitante, ma più sicuro.
Immagine Spazi di lavoro e rischi professionali: cambiano i confini fra pubblico e privato

Spazi di lavoro e rischi professionali: cambiano i confini fra pubblico e privato

L’epidemia di Covid-19 e la rivoluzione digitale stanno ridefinendo i confini fra pubblico e privato. In particolare, sono tre le dimensioni in grande trasformazione: il concetto stesso di privacy, intesa come sfera personale invalicabile, la netta suddivisione dello spazio in pubblico e privato e la limitazione di comportamenti un tempo considerati legittimi in ogni contesto e non normabili né sanzionabili.